venerdì 1 ottobre 2010

CHI SONO I GRUPPI DI DELINQUENTI CHE STANNO DISTRUGGENDO NAPOLI?

I gruppi di delinquenza organizzata, che in questi giorni hanno scatenato la guerriglia a Napoli, rappresentano la manovalanza degli interessi derivanti dal connubbio fra politica e camorra.
La camorra è un modo di vivere, è un modo di pretendere appalti, è un modo di pretendere favori, è un modo di fare politica. La camorra è astuzia intrisa della più profonda ignoranza, la camorra è odio, la camorra è l'antitesi della dignità, la camorra è morte. Arrestare i camorristi è una cosa diversa da "proteggere la camorra" e la politica, nel Parlamento, protegge spudoratamente la camorra e la utilizza per avere i numeri (intesi come voti) e per ottenere il ristorno economico di una congrua parte dei guadagno procurati alla camorre attraverso gli appalti pubblici. La camorra ha le sue regole, stipula patti e accordi di ogni genere: concedere tutto ma tutto ha un prezzo, tutto deve essere pagato. Una volta un tizio nel darmi la stretta di mano mi disse che la sua parola valeva fino alla sua morte, ma chi non l'avesse rispettata sarebbe stato un uomo morto! E' evidente che siamo in presenza di un patto fra politica e camorra non onorato. Quando l'inadempienza è della camorra lo Stato interviene e mette sotto assedio intere aree geografiche "sparando nel mucchio", quando l'inadempiente è lo Stato la camorra uccide i suoi rappresentanti, poichè a Napoli non c'è nessun politico degno di uccisione, la camorra ha deciso di uccidere l'interà citta scatenando la guerriglia. Secondo voi qual'è il patto fra politica e camorra non rispettato?

Nessun commento:

Posta un commento