mercoledì 25 aprile 2012

Equitalia, un'altra vittima


Quanti in difficoltà hanno pensato di mettere fine a tutto? sicuramente siamo in tanti che, sbagliando e eccedendo nell'amore, abbiamo pensato che il suicidio sia di fatto anche la fine del debito e quindi  gesto liberatorio verso la propria famiglia. Ma da dove è sbucata Equitalia? I governanti eletti dal popolo, sicuramente con eccessiva suerficialità, per acchiappare quelli che non pagano le tasse hanno partorito Equitalia e le hanno attribuito poteri dittatoriali superiori, per efficacia, al Tribunale. Nessuno ne parla, forse è troppo tardi e non si può più fermare questo reattore nucleare. Intanto equitalia  continua a pignorare, espropriare, mettere all'asta beni di cittadini senza alcuna sentenza. Infatti la legge che riconosce a ogni cittadino il diritto al giusto processo  e lo tutela nei rapporti con le amministrazioni, nulla può verso  equitalia. Mettiamoci l'animo in pace, la crisi non finirà (dal greco κρίσις, taglio, rottura, cambiamento traumatico o stressante) perchè il sistema economico sul quale abbiamo, imprudentemente, basato il nostro futuro si è rotto  e il nuovo sistema è ancora tutto da costruire. Cari amici in difficoltà il suicidio non non risolve. Quante crisi il genere umano ha superato? Tutto potrà fallire ma il genere umano no! Dio in piena liberalità ci ha donato cose di immenso valore che sono lì a portata di mano e noi non riusciamo a vederle. Cose che nessun uomo, Governo, o equitalia potrà toglierci o tassare, cose che ci appartengono e che dobbiamo solo umilmente accettare  per essere invincibili. Abbracciamoci ce la faremo. 

Nessun commento:

Posta un commento