martedì 24 aprile 2012

Nel mezzo del cammino della mia vita, vedi vedi cosa mi accade ... che bello!

 Dopo Lourdes,  La Verna per avvicinarmi al mistero di San Francesco, ed ecco la prima riflessione:
La Verna, 48 ore di riflessione e preghiera a circa 1.200 m. slm - nessun giornale niente TV niente radio - 48 ore di riflessione nel silenzio sul monte più sacro d'Europa per capire che quando si è difronte a Dio non si scherza più. Per capire che tutto può accadere intorno a noi ma, nessun uomo, nessuna azienda, nessuna banca, nessun governo potrà mai toglierci il dono più grande e di immenso valore che Dio in piena liberalità ha concesso all'uomo: Lo Spirito Santo. Colui che ha accettato il dono e lo alimenta con la quotidiana e costante preghiera di ringraziamento per chi sulla Croce è morto e resuscitato e che così facendo ha redento l'umanità, sà che ha accesso, nonostante la comune misera condizione umana, al Divino Amore e alla Divina Provvidenza. Doni, quest'ultimi, che nessuno potrà tassare, limitare, influenzare, abbolire, nascondere .... doni che ci rendono vincenti su tutto.

Nessun commento:

Posta un commento