mercoledì 18 luglio 2012

ZAPPING non c'è più!

ZAPPING è stata una trasmissione radiofonica che per quasi venti anni, alle 19 e 40 circa su radio rai uno, ha accompagnato i nostri spostamenti serali in auto o allietato le serate di tanti italiani che nella trasmissione del dottor Forbice vedevano una valida alternativa alla TV spazzatura spesso in onda in prima serata. 
Era una trasmissione che affrontava, nella più ampia liberalità, problematiche di interesse locale, nazionale e internazionale avvalendosi di esperti commentatori e offrendo al pubblico la possibilità di partecipare attivamente e in diretta ai dibattiti in corso. 
La trasmissione premiava la semplicità di espressione, l'educazione, e il rispetto delle idee dei singoli partecipanti purchè il tutto avvenisse come si conviene fra persone per bene e con elevato senso civico. La trasmissione è stata voluta così dal suo conduttore storico il dottor Aldo Forbice. 
Ascoltare Zapping era un piacere, non vi era serata in cui noi ascoltatori, spegnendo la radio, non avvessimo avvertito di aver appreso o compreso qualcosa di nuovo o che non ci era risultato abbastanza chiaro. Gli ascoltatori che entravano in trasmissione venivano presentati con nome e cognome e spesso, per avvalorare il loro intervento, il dottor Forbice specificava la professione o a che titolo intervenivano sull'argomento trattato. 
Fornire il nome e cognome di coloro che intervenivano in trasmissione significava indurre gli stessi ad una particolare attenzione nell'esporre i loro argomenti  e, contestualmente,  ad una assunzione diretta delle responsabilità derivanti da dichiarazioni mendaci o lesive dell'immagine altrui. 
Tutto questo ha contribuito, negli anni, al perfezionamento di una trasmissione radiofonica rendondola gradita al pubblico e munita di uno stile unico e ineguaglibile. 
Il dottor Forbice ha infuso la trasmissione del suo credo e quindi non ha esitato a dare voce: a chi lottava contro la pena di morte,  contro le torture e contro le dittature; a chi si impegnava a favore della libertà di religione;  a chi sosteneva il diritto dell'infanzia dei bimbi di tutto il mondo; a chi rischiava la propria vita per contrastare le mafie; a chi sosteneva il nucleare e a chi ne esprimeva perplessità; a chi denunciava illeciti; a chi segnalava inquinamenti di ogni genere; a chi, preoccupato della possibile perdita del posto di lavoro, esprimeva, con comprensibile ansia,  richieste di aiuto rivolgendosi direttamente ai governanti.. 
Ebbene questa trasmissione non c'è più! 
Il dottor Forbice, dopo aver introdotto argomenti quali: sforbiciamo i costi della Kasta; sopressione delle Provincie; riduzione dello stipendio dei parlamentari; il mistero sul numero delle auto blu con scorte di rappresentanza istituzionale; le banche .... i finanziamenti ai partiti e tanti altri argomenti scomodi ai cosidetti poteri forti, è stato messo da parte. 
Con il dottor Forbice si è messo da parte anche quell'angolo culturale sulla poesia che, unico e raro esempio in RAI, faceva della trasmissione una vera eccellenza. 
Oggi al suo posto che una trasmissione che si chiama Zapping punto due, non so bene cosa significa! ma, se non sbaglio,  il punto uno o due normalmente fa riferimento all'aggiornamento di un software, e Zapping non è un software. 
Sulla nuova trasmisione non faccio commenti, dico solo che è l'esatto contrario di quanto sopra attribuito al dottor Forbice e chi ha sparlato di lui chiedendo su facebook un Zapping senza Forbice, provi pure ad ascoltare zapping punto due e se ritiene che il servizio pubblico della RAI sia migliorato lo scriva da qualche parte con qualche motivazione oppure chieda scusa per tutte le brutte insinuazioni rivolte al dottor Forbice.

Nessun commento:

Posta un commento