venerdì 11 gennaio 2013

Dopo "servizio pubblico" di Santoro con S. Berlusconi

Napoli 11/01/2013
Ieri sera Berlusconi ha dimostrato grandi doti: intelligenza, caparbietà e capacità alla gestione del dialogo in modo esaustivo e convincente
Molto meschini i tentativi di ingabbiarlo o farlo cadere in banali trappole. Una per tutte la signora imprenditrice anti euro. 
Chi, a fine trasmissione, è passato  su RAI 1 e ha visto l'ultima ora di Bersani con Bruno Vespa ha potuto cogliere le grandi differenze fra i due leader.
Bersani: mai una frase compiuta, tutti discorsi a metà ricchi di "qualcosa" e "qualcuno" senza mai dire cosa e chi! 
Infine, alla domanda "quali sono le sue iniziative nei primi cento giorni di governo", al contrario di Berlusconi che ha individuato azioni immediate e incisive per il rilancio dell'economia, Bersani ha parlato solo di iniziative a ripresa della moralità della politica, come se questa non fosse obbligatoria a prescindere dal colore politico e la semplice moralizzazione della politica risolvesse "ipso facto" i problemi in cui versa la nostra bella Italia.
Ho sentito Bersani parlare di panini e servizi igienici negli autogrill ... era stanco, noioso e catastrofico e ha chiaramente detto che i costi della politica non si toccano perchè l'Italia spende meno della media europea, senza analizzare se questi costi ce li possiamo permettere. 
Non ho mai dato il mio voto al PDL ma questa volta lo farò e mi unisco a coloro che sostenendo il PDL gridano "forza Silvio".

Nessun commento:

Posta un commento