venerdì 2 maggio 2014

L'Italia non è solo Berlusconi

Oggi su IL MATTINO ho letto un articolo che riportava una frase detta da Toni Servillo in Germania a difesa dell'Italia e in modo particolare di Napoli. http://ilmattino.it/NAPOLI/CRONACA/toni-servillo-difende-napoli-germania/notizie/662778.shtml
In tutta risposta ho postato sul giornale il seguente commento: 

" Dove gira il vento così gira la bandiera, anni e anni di storia non insegnano nulla e con poche parole dette male e per giunta prive di un reale significato ci si sente degni e meritevoli di ascolto. Certo l'Italia non è solo Berlusconi, l'Italia è anche Dalema, Prodi Veltroni e Bersani; L'italia è anche Camusso e Landini; L'Italia è un presidente (p minuscola non a caso) della Repubblica che ha 89 anni ed è in carica da 9  con un passato squisitamente comunista e che oggi parla di giovani e futuro, di democrazia e libertà ma vieta le elezioni. L'Italia è anche Cosentino, Totò Riina, Schiavone, 'ndrangheta, mafia, camorra, magliana, brenta. L'Italia è un popolo che ha assisto per anni allo sversamento di rifiuti nelle buche aperte sotto il proprio naso senza dire una sola vocale e solo adesso (quando il vento ha cambiato direzione) urla per chiedere soldi per la bonifica. L'Italia è anche quella nazione che si ritrova per la terza volta un governo che non ha votato. L'italia è anche  la nazione che oggi viene governata con i tweet e con le chiacchere normalmente in uso ai venditori di piazza. L'Italia è la nazione dove la PA sperpera valanghe di denaro e offre servizi già indegni nel terzo mondo. L'Italia è anche Servillo che dicendo l'Italia non è solo Berlusconi crede di aver detto tutto. Certo, mi vien da pensare,  che se non ci fosse stato il Berlusconi oggi l'Italia, sotto il profilo economico, morale e per senso civico, sarebbe una spanna più sù della Germania ......"

 


Nessun commento:

Posta un commento